Il bosco immaginato dai bambini

albero e casetta di cartaLa Goccia vuole ringraziare i bambini della V D della scuola elementare di via Guicciardi, e la loro maestra Adriana per il bellissimo lavoro incentrato sul progetto di parco da mantenere all’interno delle ex officine del gas. I bambini hanno disegnato, ritagliato, incollato il loro bosco di carta, con tutti i giochi che vorrebbero animassero il verde. Un plastico che potrebbe far invidia agli architetti e ai paesaggisti di professione!
Pietro, Christian, Daniele, Riccardo hanno immaginato una palafitta sul laghetto con passerella.
Alice e Damiana la casa sull’albero e una fontanella. Federico due alberi. Louay la giostra rossa. Alessandro l’altalena e lo scivolo. Roberta uno scivolo per sedia a rotelle e panchina. Una panchina anche Carola. Francesco uno scivolo d’acqua. Samuele un campo di calcio. Hil Francis la torre alta con vista sul parco. Giovanni una capanna per i giochi. Francesco la biblioteca. Maryel un albero e l’altalena. Jeilze il minigolf. Menna una piscina. Ci sono poi sette fontane di Roberta, Lisa, Eleonora, Caterina, Rodaina e Carola. E perfino una “scala invisibile” per salire sull’albero, di Luca e Khadi!
In questo momento i bambini sono impegnati a illustrare con i loro disegni la favola “La voce del bosco” ispirata alla Goccia. Non abbiamo dubbi che ci stupiranno! Appuntamento su questo sito!
(Francesca Grazzini)

facebooktwittergoogle_plus

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>